• Home
  • Manifesto
  • Contatti
  • Chi siamo

La Longevity Valley

-

Fintech 2.0 e Banche della Longevity, grazie all’intelligenza artificiale.

Pubblicato per Forbes il 20/1/2020

di Margarita Colangelo Cognitive World

Traduzione per A.L.I.

Negli ultimi 100 anni l’industria finanziaria ha pesantemente ignorato gli over 60. Non è un caso che gli imprenditori del FinTech continuino a sviluppare prodotti finanziari per le fasce più giovani, ignorando quasi deliberatamente il potere di acquisto di una popolazione sopra i 60 anni, ampiamente la più patrimonializzata, costituita da oltre 1 miliardo di persone pensionate: 15 trilioni di dollari è il potere di acquisto stimato per il 2020 di questo, diciamo, 7° continente del mondo. Chi si occuperà di questo mercato?

Le “Banche della longevity” e i servizi del FinTech 2.0 attrarranno persone sopra i 60 anni che vogliono migliorare la qualità della propria lunga vecchiaia.

Negli ultimi 10 anni gli investimenti nel mercato FinTech hanno raggiunto i 350 miliardi di dollari. Nello stesso periodo una somma simile è stata investita nell’intelligenza artificiale, nell’healthcare e nell’industria aerospaziale, mercati nei quali gli investimenti hanno prodotto innovazioni e successi. Non così il FinTech che non ha tradotto la massa di investimenti in risultati significativi. Ciò nonostante, lo sviluppo di tool pratici basati sull’intelligenza artificiale renderà possibili nuove soluzioni di FinTech.

Descrizione: /Users/emanuelanotarilibero.it/Desktop/960x0.jpg

I governi e le imprese più illuminati hanno compreso che l’aspettativa di vita è cresciuta in tutto il mondo rispetto alle generazioni precedenti e che è necessario che le istituzioni si organizzino in modo diverso. Le banche, per esempio, non sono state pensate per una clientela così longeva. Oggi i clienti bancari sopra i 100 anni sono ancora un’eccezione ,ma nel prossimo futuro il numero di queste eccezioni crescerà esponenzialmente.

Nei prossimi 5 anni le Banche e il FinTech deidicati alla Longevity svilupperanno prodotti e servizi finanziari per persone che pianificano la propria vita in modo da restare sani e finanziariamente stabili fino a tarda età.

I clienti delle Banche della longevity avranno più tempo per accumulare ricchezza e un orizzonte d’investimento più ampio, senza contare i benefici che deriveranno dalla sinergia tra questi due fattori.

Gli innovatori del settore finanziario hanno un’incredibile opportunità di migliorare la vita finanziaria di un miliardo di persone attraverso la creazione di nuove soluzioni ad hoc e l’adattamento di prodotti e servizi esistenti. Un’offerta pensata in base a una nuova visione complessiva della gestione del patrimonio, comprendendo investimenti, fiscalità, coperture assicurative e normative, che catalizzerà l’interesse del 7° continente

L’intersezione tra longevità e finanza.

Descrizione: /Users/emanuelanotarilibero.it/Desktop/new-financial-hubs.png

Questa mappa mostra la dislocazione dei principali hub di medicina preventiva e finanziari. Londra e Singapore si distinguono per un primato in entrambe le industrie, mostrando una forte attitudine a diventare leader globali nel mercati della longevità e finanziari. L’intersezione tra queste due industrie svilupperà nuovi sistemi finanziari che considereranno la Longevità un moltiplicatore per l’economia, dando corpo a quella che è già stata definita la Longevity Economy.

La declinazione delle innovazioni più avanzate del FinTech in chiave Longevity è già in corso a Londra dove si stanno già sviluppando nuovi tool.

Il Longevity AI Consortium (Consorzio per Intelligenza artificiale e Longevity) del King’s College di Londra sta sviluppando metodi sofisticati di applicazione delle forme più avanzate di intelligenza artificiale alla Longevity, comprese nuove applicazioni per la gestione dei dati personali per assicurazioni, fondi pensione, medicina ed enti governativi. Quest’anno il Consorzio intende espandersi in Svizzera, Israele, Singapore e Stati Uniti. Banche di investimento, fondi pensione e assicurazioni tra i più avanzati stanno sviluppando nuovi modelli di business, utilizzando l’intelligenza artificiale per migliorare la qualità del data analysis sottostante.

Nel prossimo futuro la sinergia tra intelligenza artificiale e gestione del patrimonio porteranno alla nascita di nuove istituzioni finanziarie mirate a una popolazione in continuo invecchiamento e le Banche della Longevity offriranno servizi bancari più facili, accessibili e sicuri per una clientela senior.

Longevity Valley

Tutto ciò porterà alla nascita di una Longevity Valley che concentrerà medicina preventiva, tecnologia medico-scientifica, FinTech e prodotti tecnologici al servizio della Longevity. Il luogo più probabile per questa prossima Longevity Valley è la Svizzera per la sua stabilità finanziaria, sociale e politica. Inoltre la Svizera è appena stata riconosciuta dalle Nazioni Unite il paese più “a misura di anziano”.

La Longevity Valley attrarrà un pubblico di persone che intendono massimizzare il proprio orizzonte temporale e patrimoniale. La Svizzera offre le basi per la mnascita della prima Banca della Longevity, tra queste, un panorama normativo avanzato in materia di nuove tecnologie, un FinTech sufficientemente sviluppato, un ecosistema di tecnologia medico-scientifica e una popolazione di over 60 che rientra perfettamente nel profilo del cliente ideale.

Prossimamente FinTech, intelligenza artificiale e tecnologie basate sulla gestione dei dati convergeranno in una unica forma di tecnologia avanzata. Le società finanziarie di nuova generazione useranno metodi ingegneristici con sistemi integrati per trattare business, finanza e tecnologia come una unit unica, con componenti complementari. Il FinTech 2.0 offrirà un potenziale di crescita e innovazione senza precedenti. Gli esseri umani hanno sempre desiderato salute, ricchezza e longevità, ma in genere dovevano accontentarsi di uno/due di questi fattori. Per la prima volta la gente si sta preparando a un futuro molto diverso con la possibilità di vivere fino a 100 anni e oltre, arrivandoci in salute e finanziariamente solidi.

Margaretta Colangelo insieme con Dmitry Kaminskiy ha scritto un libro di prossima uscita intitolato Longevity. Entrambi fanno parte dell’advisory board del Longevity AI Consortium del King’s College.

Margarita Colangelo
Margarita Colangelohttp://studylaw.uniroma3.it/prof-margherita-colangelo_d24.aspx
Margherita Colangelo is Associate Professor of Comparative Law in the Law Department of Roma Tre University, where she teaches "European Competition Law" and “Comparative Legal Systems”. She holds a degree in law cum laude from Roma Tre University and a Ph.D. in Comparative and European Private Law from the University of Macerata. She received a LL.M. from the European University Institute (EUI) of Florence. Her main fields of research and topics of publications are in Comparative Law, Competition Law and Regulation. She has authored the book "Creating Property Rights. Law and Regulation of Secondary Trading in the European Union" (Leiden-Boston: Nijhoff, 2012) and several articles in Italian and international law reviews. Her current research focuses on the application of competition rules in the pharmaceutical sector.

Manifesto dei Longennials

Manifesto dei Longennials
Dopo il Corona virus, la ripresa del paese passa dai Longennials, la generazione over 60 che affronta una longevità inedita

Rassegna stampa

Ultimi articoli

Più letti

Ti potrebbe interessare ancheRELATED
Articoli simili